«L’Amore è…chimica»

 

l’Istituto Antonietta De Pace protagonista a Promessi Sposi con gli studenti di tutti i suoi indirizzi

Nel secondo weekend della manifestazione che si svolge a Lecce Fiere parteciperanno gli allievi di tutti i settori: dalla Moda al Turistico, dall’Audiovisivo al Grafico e al Chimico.

Ultimo week-end per la kermesse di Promessi Sposi a Lecce Fiere. Sabato 12 e domenica 13 ottobre, il quartiere fieristico del capoluogo, in Piazza Palio, ospiterà l’evento dedicato al fatidico passo, al momento in cui due persone si scelgono e si promettono un ‘sì’ che vorrebbero durasse tutta la vita.

È l’occasione giusta per chi ha messo in preventivo le nozze in un futuro prossimo di scegliere i professionisti più adeguati per rendere quel giorno davvero indimenticabile.

Una manifestazione così articolata ha bisogno di uno staff organizzativo che pensi a tutto, ma proprio a tutto per non deludere le aspettative degli ospiti per una cosa così seria come i preparativi per il matrimonio.

A collaborare alla buona riuscita dell’evento gli studenti dell’Istituto Antonietta De Pace che saranno protagonisti su più fronti.

Se gli alunni del Settore Audiovisivo si occuperanno delle riprese e del montaggio di un vero e proprio docu-film che testimonierà il successo dell’iniziativa, gli studenti del Settore Turistico collaboreranno alle fasi di accoglienza, registrazione dei partecipanti, hostessing e stewarding, mettendo in pratica la formazione acquisita in aula nel settore dell’organizzazione e gestione degli eventi congressuali.

Non mancheranno, ovviamente, le sfilate delle studentesse e degli studenti del Settore Moda che impreziosiranno l’evento con grazia, stile e freschezza. Determinante anche il contributo fornito dal Settore Grafico con le sue creazioni artistiche a livello di immagine.

Non mancheranno di far sentire la propria voce anche i ragazzi del Settore Chimico.

Già, la chimica…

In fondo la manifestazione si regge proprio sulla chimica che nasce dall’incontro di due persone diverse che progettano di vivere all’unisono.

L’incontro di due persone è come il contatto di due sostanze chimiche: se c’è una qualche reazione entrambe si trasformano’ diceva Carl Gustav Jung.

L’amore è proprio questo, la più grande reazione chimica che esiste nel mondo.

‘Dopamina, norepinefrina, serotonina…quando ci innamoriamo siamo una fabbrica di droghe naturali ‘ aggiungeva Helen Fisher.

Una vetrina d’eccezione per la nostra scuola e per i nostri studentiafferma la dirigente scolastica Silvia Madaro Metrangoloche ci consente di mettere in pratica il bellissimo lavoro svolto in aula. Ci piace dare un contributo al territorio per rendere ancora più affascinanti e ancora più riusciti gli eventi che lo animano’.

 

articolo della redazione di leccenews24


Pubblicata il 12 ottobre 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.